Senza categoria

24 Settembre 2014 ore 02.35 ARRIVI TU!!!

Lunedì 22 Settembre ore 07:00, ci risiamo,l’ennesima pipì mattutina ma mi sento strana, sento che qualcosa non va, vado al bagno e vedo delle perdite,di nuovo,anche la domenica precedente stessa storia e gita al pronto soccorso inutile,torno a letto mi dico, altre 2 ore poi suona la sveglia per andare a lavoro, infondo è presto, manca un mese esatto alla nascita…

Ore 09:00, suona la sveglia, è ora di andare a lavoro…

Ritorno al bagno e le perdite sono sempre più abbondanti, inizio a preoccuparmi, le amiche ottobrine mi dicono che ho rotto il sacco, ma così presto?Non un dolore, non una contrazione????Per accertarmi chiamo Mara Maionchi (la mia santa ginecologa) che mi conferma che le perdite sono le acque che si sono rotte e mi dice di correre all’ospedale…Sono tranquilla,anzi, siamo tranquilli, ho solo una risatina un pò isterica perchè so già che mi rimanderanno a casa anche stavolta…

Ore 10:30 arriviamo al pronto soccorso, davanti a me un’infinità di pancioni,ci metterò una vita penso,invece una dottoressa esce dalla triage e mi chiede se avevo bisogno ed io per tutta risposta, a gran voce le rispondo:MI SA CHE HO ROTTO LE ACQUE!!!Le altre pazienti scoppiano in una risata, io un pò meno, sono solo alla 35esima settimana…

Mi portano subito in sala visite e mi fanno il test sul liquido, è confermato, ho rotto le acque e tra poco entrerò in travaglio…

Ho sempre avuto la certezza che avrei partorito prima così come ero certa di aspettare un maschietto fatto sta che mi ricoverano anche con la preoccupazione che qualcosa potesse andare storto visto che non ho finito di fare gli esami di routine che scongiuravano il pericolo infezioni e sopratutto perchè era troppo presto…

Sotto tracciato vedono che tutto tace e per smuovere la situazione, dopo l’ennesima visita,cominciamo l’induzione al parto con la fettuccia che terrò per 24 ore…

Martedì 23 Settembre ore 15:30…Ennesima visita ed ennesimo tracciato, la situazione era rimasta invariata, Francesco non ha nessuna intenzione di uscire, da quelle parti è tutto chiuso…Durante la visita mi spiegano che non possono aspettare tanto a farlo nascere perchè non avendo fatto i tamponi, che appunto rilevano eventuali infezioni, sono sotto antibiotico e non possono tirtarla per le lunghe percui si pensa al cesareo…Torno in stanza in lacrime, Andrea mi sente arrivare piangendo, il suo sguardo è impaurito pensando già al peggio, lo guardo e gli dico che va bene tutto ma non il cesareo, non voglio l’anestesia, non volevo neanche la peridurale…Cerca di tranquillizzarmi quando entra la dottoressa e mi dice di prendere la mia roba per andare in stanza travaglio, avrebbero provato con l’ossitocina prima di ricorrere all’intervento…E’ la giornata di San Padre Pio da Pietralcina, una strana coincidenza penso, mi rassereno, lui ci proteggerà…

Sono le 18 circa e il mio travaglio ha inizio…non sento dolore,l’ossitocina è ancora bassa, arriveranno le contrazioni forti e tutto cambierà…

Ore 20:00 i dolori cominciano a farsi sentire e le dottoresse tornano per una visita, ho una dilatazione lampo di 2 cm, tutto era chiuso e ora invece, qualcosa sta cambiando…

Dondolo dondolo, faccio esercizi con la palla e le contrazioni sono sempre più forti,comincio a perdere il controllo,sento le urla delle altre pazienti, non ce la faccio ma Andrea mi aiuta a respirare e a calmarmi e andiamo avanti…

Ore 22:00 ennesima visita, ancora 2 cm, tentano lo scollamento, piango dal dolore ma dicono mi aiuterà… sono tranquilla,un bambino che si chiama Francesco Pio e senza farlo apposta si trova pronto a nascere proprio il giorno di San Pio deve per forza nascere entro quelle due ore, sono convintà, farò un parto veloce, ho preso anche l’apermus e questo mi deve aiutare…

Ore 24:00 ultima visita, nulla è cambiato,non possono più aspettare, si cambia stanza e si va al cesareo…

Abbiamo paura, io non sono mai stata sotto i ferri e come inaugurazione mi sembra pesante e Andrea è terrorizzato…

Mercoledì 24 Settembre, sono le 02 del mattino quando ci salutiamo, io tremavo dalla paura,avevo freddo e l’idea che un ago mi entrasse nella schiena mi terrorizzava ma dovevo farlo, ho atteso quel momento da una vita e ora non potevo tornare indietro…

Le mie vertebre son mal messe e non si trova lo spazio per la puntura, a un certo punto sento una scossa che dalla testa mi scende ai piedi,mi sento saltare nel lettino, l’anestesista mi lancia un urlo di non muovermi, io già penso al peggio, sono rimasta paralizzata, ma non è colpa mia le dico, io ero ferma…

L’anestesia locale entra in circolo e in un attimo non sento più le gambe,i piedi e cominciano a tagliarmi…sono le 02:35 e sento il suo pianto…sono sotto schok, non realizzo, l’unica cosa che chiedo ai medici è che colore sono i capelli e loro di battuta mi rispondono che è tutto rosso…lo mettono in un lenzuolino e lo avvicinano a me, un attimo, il nostro primo attimo, gli dico che lo amo e lo portano via a lavarlo…Andrea lo sente piangere, esce dalla stanza dove mi aspettava e viene da noi, lo vede tutto infagottato, ha gli occhi pieni di lacrime e di gioia, mi dice che mi ama e che ho fatto un capolavoro, poi si allontanano, vanno al nido per il bagnetto…

Io sto li, stranita, mentre mi ricuciono, sento fastidio, mi manca l’aria e mi faccio dare l’ossigeno, continuo a tremare, il braccio destro,che era libero a differenza del sinistro che era legato, continua a muoversi con l’immaginetta di Padre Pio nelle mie mani,sto li ancora mezz’ora per essere ricucita,vedo Andrea con il bambino fuori ad aspettarmi, sono insieme e ciò significa che nonostante sia nato un mese prima, sta bene, respira da solo…mio figlio è una forza…

Esco dalla sala cesareo e mi riportano in sala travaglio dove starò per due ore insieme alla mia famiglia

Sono stremata ma sono felice, felice perchè immaginavo che partorire fosse difficile e doloroso, certo, non è una passeggiata, ma se a distanza di un mese mi sento pronta a cercare la sorellina significa che è tutto sopportabile, il dolore vero viene dopo a causa dei punti, ti senti impotente sopratutto le prime ore ma tutto passa e ora posso dire Santo cesareo!!!

Sono con la mia famiglia, il mio merluzzetto è con me, è bellissimo, alla nascita ha pesato 2,380 kg per 48 cm (anche se in realtà 10 giorni dopo, alla prima visita dal pediatra è lungo 46,5 cm ed è impossibile che si sia accorciato), di solito i neonati non sono così belli ma lui, non perche è mio figlio, lo è davvero!

0235

Rimango all’ ospedale fino alla domenica, al pomeriggio veniamo dimessi e da quel momento inizia la nostra vita…

E’ passato un mese da quando sei nato, ancora mi sembra di sognare, sei un angioletto bellissimo, ogni giorno è una nuova scoperta,i tuoi versetti riempiono i nostri cuori di gioia, dico sempre che se ti avessi disegnato non ti avrei fatto così perfetto, i tuoi capelli  rossicci e quegli occhietti che al momento sono come quelli del tuo papà, verdi, sembri un cinesino come la tua mamma, hai la mia fossetta e le mie orecchie, il mento come quello di nonno Ninni, le labbra e il naso invece sono del tuo papà…

A distanza di un mese,alla visita dal pediatra abbiamo inoltre scoperto che cresci velocemente, pesi 3,760 kg e sei lungo 53 cm, purtroppo non sono riuscita ad allattarti ma non importa, tanto il bibo bibo lo vuoi solo da me!!!

La nostra vita ora ha un senso, il percorso non sarà facile ma di una cosa sono certa, ti amerò per sempre e ti starò sempre accanto,ti guiderò, delle volte potrai odiarmi per i miei no ma io sarò sempre li ad aspettarti,,,

Ti amo

Per sempre

la tua mamma ❤

10486666_10205037244799283_2766340696327846689_n

 

 

2 pensieri riguardo “24 Settembre 2014 ore 02.35 ARRIVI TU!!!”

  1. Oggi sono tornata per caso sul tuo blog e trovo questa meravigliosa notizia! Congratulazioni! Sono felice che alla fine sia andato tutto bene, anche se il bimbo ha deciso di nascere prima! Io ho il termine tra un mesetto, ma penso che il mio principino mi farà aspettare un po’ di più… Comunque pesa già più di due kg, perciò anche se dovesse nascere prima sono tranquilla!! E’ un bambinone! Un bacione alla neo mamma e tanti auguri per la vostra nuova vita. Eva di Mentre ti aspetto rido

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...