Preparativi!

Ormai manca poco,poco più di 50 giorni mi separano al secondo incontro più importante della mia vita,non ho paura se non quella di dovermi staccare dal mio nanerottolo e il fatto che la nascita corrisponda all’entrata dell asilo mi fa temere che il mio piccolo amore possa pensare di essere abbandonato…lo so, è un pensiero strano ma legittimo considerando che da quando è nato è sempre stato con noi inoltre non è mai stato a contatto con altri bimbi,nonostante il parco zuppo di altri suoi coetanei,lui stava sempre solo o con noi…ma credo che questo faccia parte del suo carattere, gli piace stare da solo anche in casa, la maggior parte delle volte che giochiamo insieme mi scansa,diciamo che è un tipo indipendente in tutto inoltre è un temerario, non ha paura di nulla e questo invece mi spaventa perchè nonostante sia vero che con i bimbi bisogna avere mille occhi, con lui bisogna averne 1001…che Dio ce la mandi buona con due polpette in casa!!!

Tra ieri e oggi invece ho cominciato, e diciamo quasi finito nei preparativi,nonostante sia ancora indecisa sull’ ospedale dove partorire, ho cominciato a fare la valigia,ancora due cose e si potrà chiudere!

Abbiamo preparato anche il passeggino e la culla è già pronta, manca solo la principessa ancora con il nome a metà!

13679931_1750519248558890_5953932693707404908_o

Ma tra una cosa e l’altra, siamo riusciti a ricavarci 2 orette di relax, che relax non è stato, portando in piscina per la prima volta il nanetto e che dire???non si accontentava della piscina dei piccoli bensì puntava in quella dei grandi dove logicamente non l’abbiamo fatto entrare ed è stata una sfida continua ogni qual volta lo portassimo fuori dall’acqua!

 

 

Diciamo che la tregua c’è stata solo nel momento patatine!

Ci restano giornate intense da trascorrere, ormai con questo pancione e con la mia pressione ballerina non credo di poter fare ancora tanto, mi restano 50 giorni di divano e condizionatore nell’attesa del parto che,secondo il marito, sarà anticipato come per il fratello alla prossima luna nuova il 18 agosto, non ci resta percui che attendere!!!

Aspettandoti principessa!!!

Annunci

Cosa è la paura…

Non lo faccio mai, non parlo mai di fatti tristi, ma ieri notte non sono riuscita a chiudere occhio pensando a quanto successo in Puglia, ci sono state mille tragedie nel mondo, ogni giorno se ne leggono a bizzeffe ma ho pensato a quel treno, come nel film sliding doors, prenderlo o non prenderlo e come può cambiare la vita una decisione….

E ieri ho pensato alla paura, paura di perdere le persone che si amano in un attimo,a quella nonna morta abbracciata al nipote per proteggerlo riuscendo a salvargli la vita, ma non la sua,a tutte quelle mamme che non torneranno più a casa e a tutti quei figli persi così tragicamente solo per colpa del destino….

Ed io, di cosa ho paura???

Per chi ha vissuto dei traumi è più semplice indicare cosa ci fa tremare, beh..una delle mie paure è del terremoti, ho visto l’asfalto sollevarsi,sentito i vetri muovere, la gente urlare e gli occhi di mio marito pieni di terrore mentre la nostra casa vibrava, ho paura perchè il destino ti mette di fronte a delle simili disgrazie, perchè di disgrazia si tratta, senza preavviso e anche li, puoi essere a lavoro e il muro viene giù portandoti sotto con lui o puoi venire sommerso dalla tua stessa casa,quel nido che invece avrebbe dovuto proteggerti…

E collegando quella nonna e il terremoto penso alla paura che ho avuto non tanti giorni fa quando,un aereo militare a bassa quota è sfrecciato sulla mia testa tanto da farmi credere che stava tutto finendo è ho preso il mio bimbo e l ho abbracciato forte a me per proteggerlo…

Si sa, siam solo di passaggio con un destino già segnato ma mi auguro che nel mio,non ci sia la perdita della mia famiglia,ne morirei, ho già perso tanto dalla vita e anche se era solo un puntino, ho già perso anche un figlio, il lutto non si dimentica mai e neanche si supera, rimane li, con te e quando si fa vivo fa davvero male…

La paura di perdere un figlio è quella però che mi fa più male, quella che mi porta a dare ogni giorno il meglio,ogni giorno può essere l’ultimo e se deve esserlo spero lo sia per me e mai per loro…

Ma perdere un figlio non è solo con la morte ma anche con l’abbandono, a qualsiasi età esso accada e mi chiedo,come si fa a superare una cosa simile?Come si può scegliere un uomo al posto dei  figli,qualsiasi cosa possano essi aver fatto?Con quale cuore vai avanti?

Io posso dirlo con certezza,qualsiasi cosa loro faranno sono e saranno sempre il mio cuore dove li accoglierò nonostante lo possano frantumare in due perché i loro errori,saranno i miei errori e sentendomi figlia di nessuna posso dirlo a voce alta, una mamma ti mette al mondo, ti ama e ti cresce per sempre…

Per alleviare le mie lacrime così, mi sono alzata e nonostante il mio pancione di ormai 8 mesi e una schiena in bilico,sono andata nella sua stanza, l’ho preso dal suo letto portandolo nel mio,dove per una notte a settimana c’era anche il suo papà ed è trascorsa così, loro dormivano e io e Teresa sveglie a pensare a quanto bella se non perfetta possa essere la nostra famiglia, una perfezione che mi auguro di non perdere mai, nonostante le buche e i brutti scherzi che questo destino ci ha riservato mi auguro di non avere più paura anche se la vedo molto grigia, ma almeno di avere la forza di superare come abbiamo sempre fatto,le corse in ospedale, un marito acciaccato e un parto ormai imminente nel migliore dei modi per il resto dei nostri giorni sempre insieme…

Ma infondo so che anche chi ci lascia, vive e vivrà con noi sotto un altra forma e non ci abbandonerà mai, e questo, mi da speranza…

13627171_1747263102217838_4320293124349383168_n

– 70 giorni e poi sarai con noi!!!

Aiuto adesso esplodo!!!

Piccola principessa muoviti a nascere,qui ti aspettiamo tutti con ansia!!!!

Essere mamma!!!

Essere mamma non è facile,ci  vuole coraggio, pazienza,determinazione ma sopratutto ci vuole tanta tanta forza per superare ogni minimo giorno che il signore ci concede per questo mestiere lungo una vita…

Ci vuole la forza di affrontare 9 mesi dove ci sono gli sbalzi d’umore,le nausee, i kg che aumentano,la sindrome da nido…

Ci vuole la forza di affrontare il parto e il dolore che questo ne comporta, i punti, il seno che scoppia per la montata,le ragadi quando arrivano, i morsi del tuo piccolo, la possibile depressione post parto, guardarsi allo specchio e affrontare il nuovo corpo…

Ma la forza maggiore serve dopo,quando il bambino cresce, cade, piange e non capisci perchè; quando il piccolo essere che hai creato comincia ad avere il suo carattere e devi insegnargli cosa è bene e cosa è male, cosa toccare e non toccare, a portare rispetto, ad amare il suo prossimo, insomma, ci vuole forza perchè tu hai carta bianca con lui/lei e sei tu e solo tu che lo modelli a farlo diventare uomo o donna…

Ma oggi mi voglio soffermare sulla forza che ci vuole quando un bimbo cresce e alla soglia di due anni cerchi di spiegargli le cose da fare o non fare, a si o no e a quando ti rendi conto che sei una mamma e che anche le mamme sbagliano e ne paghi le conseguenze…

E’ così che ieri mattina comincia per noi un altra esperienza, quella che tu dici, nooooo a me  non può capitare, io sto attenta,mio figlio è sempre sotto la mia supervisione….

Dopo la levataccia, come ogni mattina,all’ arrivo del papà si fa la colazione tutti insieme per poi tornare a dormire, o provarci, ancora un oretta….ci si riposa tutti insieme e verso le nove ci si rialza per cominciare la nuova giornata…così succede anche ieri, io e Franci ci alziamo,lo accompagno in cucina, gli accendo la tv per vedere un pò i cartoni e io vado a darmi una sciacquata…ma al mio ritorno in cucina lo trovo con il blister delle pastiglie della pressione in bocca dove all appello pensi  ne manchi una percui presa dal panico,chiamo il centro antiveleni dove mi dicono di portarlo al ps perchè,anche se con il dubbio, bisogna prevenire…

Dopo esser andati nell’ospedale vicino di Mirandola, ci dicono che li il ps pediatrico non funziona e ci dirottano ad un altro ps, quello di Carpi, a un altra mezzora di macchina e comincia a salire il panico, e se gli succede qualcosa mentre siamo in auto???ma lui era li che se la rideva,nel suo seggiolone con gli occhi da  furbetto….

Arrivati fortunatamente vista la possibile gravità della situazione ci fanno passare subito e ci spiegano che dovranno somministrargli il carbone vegetale che servirà a non fargli assimilare il possibile farmaco ingerito e che per sicurezza dovrà restare sotto monitoraggio costante per 24 ore….

Siamo fortunati perchè tutto va bene, verosimilmente la pastiglia potrebbe non averla neanche ingerita ma come si suol dire, prevenire è meglio che curare…si curare lui,che già si è dimenticato l’accaduto, ma alle ferite di una mamma chi ci pensa?

Una mamma che per un giorno intero si è sentita incapace, che ha pianto costantemente  nel vederlo in quel letto, che si è sentita una vera nullità…

Si, perchè essere mamma a volte fa schifo e non mi vergogno a dirlo, perchè non puoi fare nulla per evitare che cada,che si faccia male, non puoi fare nulla per evitare le sue sofferenze ma a maggior ragione non puoi fare nulla per avere mille occhi e essere ovunque perchè anche la più minima distrazione può essere fatale…

E non ditelo a me che per una distrazione sono finita in una vasca d’acqua bollente con tutto il viso e metà corpo!!!

Genitori si diventa ed esser madre è dura ma lui, lei, o loro vivono e vivranno di te finché non cresceranno ma tu vivrai da quel test positivo,solo per loro…

E già mi preoccupo quando fra meno di tre mesi avrò due pezzi di cuore fuori di me e Franci sarò sicura ne combinerà di ogni alla sorellina!!!Allora si, in quel momento sarò una donna morta!!!

Il mio guerriero,bellissimo e coraggioso che senza fiatare si è mangiato un bicchiere di carbone vegetale manco fosse cioccolato!!

Amore la mamma ti proteggerà sempre e ti chiede scusa per quanto successo, spero che un giorno potrai perdonarmi…ma anche le migliori mamme non sono invincibili….

Ti amo ❤

Buon giorno bianco e nero con Zou!

image

Stamattina sveglia presto,il piccolo di casa sta poco bene e ieri notte ha fatto i capricci per la cena e non poteva che svegliarsi presto stamani dalla fame!
Ma almeno,da buoni juventini,abbiamo un buon giorno bianco e nero!!!
Che la settimana abbia fine!!!

Sogni infranti….Ieri…

Pomeriggio nuvoloso fatto di passeggiate insieme al tuo papà, giriamo per le città in cerca di qualcosa che non possiamo permetterci in tutti i sensi, le cose materiali per i pochi soldi che ci restano e te perché non vuoi arrivare, e immaginiamo di vederti negli sguardi degli altri bimbi…chissà se anche le loro mamme hanno sofferto come noi…

E mi ritrovo a guardare tra le bozze del mio blog e mi imbatto in queste righe,righe di una vita passata…Penso così a come è strana la vita,in quel passato dove vieni dichiarato infertile e solo la fecondazione può essere la tua salvezza, e sarà così che diventerai madre per la prima volta,dopo 2 anni di battaglie,farmaci e sogni infranti ma poi ci riesci,con l’ultimo tentativo e fa capolinea la meraviglia più grande che il cielo potesse mandarmi, il mio principe…e ora….

Ora la medicina non c’entra, credi nella magia, a Babbo Natale che esiste, nonostante quello di diventare madre per la seconda volta viene accantonato da desideri diversi, progetti per il tuo ometto e invece, ci sei di nuovo, a rivivere i nove mesi di gravidanza,di cambiamenti, di 2 cuori in un unico corpo e tutto è così irreale rileggendo il mio Ieri…

Ma il mio ieri è ancora l’ oggi di molte mie compagne di avventura, quelle che hanno vissuto una perdita insieme a me, quelle che hanno lottato insieme a me e che continuano a farlo tutt’oggi…e penso a loro quando leggo uno stato che imperversa sul web

Brindo a me stessa, che ho cambiato la mia vita per una pancia, che ho cambiato diverse paia di scarpe nuove per pannolini e giocattoli… Che ho lasciato le notti di incontri con gli amici per le notti insonni!!!! Che ho cambiato tanto… E ho lasciato molto… Solo per ricevere amore in cambio. 😍👶🍼😍😘💋💞..
Andiamo a vedere quante madri orgogliose attaccano questo messaggio nel profilo!!!!!

E non lo pubblico per fare polemica ma perchè post del genere, quando ancora la mia vita era vuota, ne leggevo a bizzeffe e mi domandavo in continuazione cosa avessi io di sbagliato… poi analizzo le righe sempre pensando a ieri, è logico, un figlio porta amore, gioia e tanto altro, ma per le coppie che riescono a sopportare a questo vuoto e andare avanti non hanno meno amore, hanno sicuramente un uomo che ha affrontato la battaglia con loro e che ha asciugato ogni lacrima, hanno magari preso un animale o forse più di uno che la mattina va a svegliarli con una slinguazzata e che li ama alla follia aspettandoli a ogni loro rientro oppure donne che hanno deciso di dare del bene ad altri, nipoti o sconosciuti….Percui, io brindo a loro che nonostante un vuoto riescono ad andare avanti ogni giorno portandosi dietro un macigno che fa male ma che le fortifica…e non voglio apparire come una di quelle che parla così perchè tanto ce l’ ha fatta, no, perchè anche se la mia vita è cambiata, una parte di me è rimasta indietro pensando a ieri…

Lettera-Babbo-Natale_01

Percui vi lascio questa letterina da compilare con il vostro desiderio, che sia un pancione o una chiamata per le mamme di cuore e brindo a voi augurandovi che Babbo Natale possa sorprendervi almeno una volta nella vita…

Regali per la Principessa!!

Ogni tanto, per non dire spesso, mentre navighi sul web ti si aprono finestre pubblicitarie in base alle tue ricerche recenti,così successe l’8 giugno, mi si apre questa pagina, https://www.facebook.com/CampioniOmaggioGratuiti/?fref=ts , ci clicco e mi iscrivo,così come fatto per il principe senza però mai ricevere nulla…invece oggi è passato il postino e riceviamo un pacco di pannolini gratis dal Sig.r Hugghies!!!!!

13529201_10209997170994338_8965670038908775273_n

Beh, che dire, sicuramente posso consigliarvi di rimanere aggiornate nella pagina su citata e di fare richiesta dei vari campioni omaggio e per quanto riguarda noi,la principessa ha i pannolini almeno per l’ospedale visto che in Emilia Romagna, a differenza della Sardegna, ti danno na beata cippà!!!!

 

Vi presento Francesco Pio!

Lo so, lo so, chi mi conosce sa che sono sempre stata molto titubante nel mettere foto che ritraevano il viso del mio bimbo, non era certo per paura che qualche malato potesse salvarsele per farci chissà chè, il mondo di internet è pieno di foto, in tv poi si vedono bimbi nudi in continuazione bensì il motivo era un altro, cioè evitare che determinate persone potessero vedere gli occhi meravigliosi che riempiono la mia vita…ma ora che sono lontana da amici e parenti mi dispiace non rendere partecipi chi tiene davvero a noi e non sempre trovo il tempo di inviare foto e video,pertanto, dopo un accurata riflessione con il marito abbiamo deciso di far vedere al mondo,ciò che di più bello il mondo ci ha donato (in attesa logicamente della sorellina) e per le persone che avrei preferito non lo vedessero mai neanche in cartolina,beh, chi se ne importa,sono loro che possono aggrapparsi solo a delle righe e a delle fotografie perchè non potranno avere nient’altro!
Inoltre su Facebook e instagram ho creato delle pagine correlate al blog sperando di avere molte più visualizzazioni su entrambi, insomma, ho deciso di diventare una vera a propria blogger parlando di noi,di quotidianità e di passioni…Percui, vi presento Francesco Pio

13508856_10209996161889111_636369882576388524_n

Essere moglie!!!

Essere moglie non è semplice, sopratutto quando improvvisamente un ragazzo, perchè quello era,si intrufola nel tuo mondo,nei tuoi spazi senza più uscirne e ti ritrovi così, dopo solo 28 giorni,con una proposta di matrimonio nonchè di vita insieme,a due,a tre, a quattro…

Ti sposi così inconsciamente, credendo di vivere una favola, pensando di essere fortunata perchè finalmente,dopo tanti pianti e perdite hai trovato l’uomo giusto,quello di cui le tue amiche parlano ma che tu ti eri rassegnata a non avere…invece è li, a due passi da te, lo è sempre stato e  ti sconvolge la vita…

Non ci sono istruzioni per l’uso,devi vivere giorno per giorno e ogni giorno ti poni la stessa domanda, riuscirò a condividere il resto della mia vita con lui…

E nel frattempo i giorni passano e gli anni pure e arriva la consapevolezza che si,puoi riuscirci, nonostante i problemi, i soldi che scarseggiano, le litigate futili, l’ educazione dei figli e prima ancora quella dei cani, il tubetto del dentifricio schiacciato male,la tavoletta del wc sempre alzata,si, sei moglie e ce la fai…

 

All’ormai veneranda età di 34 anni dove gli ultimi 4 anni,due mesi e 28 giorni li ho passati da moglie posso dirvi che si può fare, si, si può fare quando accanto hai un uomo di cui ti innamori follemente del suo sguardo che nonostante gli anni e i kg presi,è sempre meraviglioso e li ti ci perdi ogni giorno, ce la puoi fare quando anche i suoi difetti diventano pregi nonostante quel ragazzo,diventando uomo, aumenti la sua pesantezza con la vecchiaia che avanza, ce la puoi fare quando mattone per mattone costruisci muri che delle volte non reggono bene e li butti giù per costruirne dei nuovi…

Ma da soli,non mi vergogno a dirlo, è impossibile farcela…abbiamo avuto bisogno di un supporto psicologico dopo l’aborto perchè quel lutto ci stava rovinando, abbiamo avuto bisogno di saggezza quando il lavoro mancava e ti ripetevi che qualcosa presto sarebbe cambiato, abbiamo avuto bisogno di due occhi in più, quelli di nostro figlio, per capire che io e lui eravamo,siamo e saremo spero per sempre una cosa sola …

Percui, futura sposa, dimenticati di quanto romantico poteva esserci senza un anello al dito perchè quella fantasia, quell’amore prima o poi cambierà e quel cuore,che prima batteva per lui, presto diventerà un cuore duro come una roccia perchè si farà forte di un amore che,qualsiasi cosa accada, non cambierà mai e se mai un giorno finirà, ripenserai sempre a quegli occhioni che una volta ti hanno resa felice!

A mio marito!

13466207_10209995424350673_6307414811318242994_n

 

Nuova pagina instagram!!!!

https://www.instagram.com/aspettandotedaunavita/

Voci precedenti più vecchie Prossimi Articoli più recenti